Mese: aprile 2013

Genova, tesori nascosti #3: San Marco al Molo

Postato il Aggiornato il

Il campanile della chiesa di San Marco
Il campanile della chiesa di San Marco

Proprio accanto alla zona oggi più turistica della città, ma ancora fortunatamente risparmiata dal solito turismo di massa (diretto, fra l’altro, solo all’acquario…) si staglia, in tutta la sua maestosa semplicità la piccola chiesa di San Marco al Molo. Chi conosce un po’ Genova non dovrebbe faticare ad immaginare la fisionomia della zona nel medioevo, periodo di costruzione della chiesa: una splendida piccola penisola che chiudeva, ad oriente, il golfo naturale nel quale, da tempi immemorabili, si è andato costruendo il porto della città

Risalente agli ultimi anni del XII secolo e nata in forme romaniche, oggi la chiesa è molto diversa rispetto al suo primitivo aspetto ma le trasformazioni avvenute nel tempo non hanno del tutto cancellato la sua bellezza; inoltre, al suo interno (e non solo) vi sono davvero dei mirabili capolavori come, ad esempio, il gruppo scultoreo di  Francesco Schiaffino raffigurante la Vergine con Bambino tra i santi Nazario e Celso.

Francesco Schiaffino - Madonna con Bambino tra i Santi Nazario e Celso
Francesco Schiaffino – Madonna con Bambino tra i Santi Nazario e Celso

Ma il pezzo a mio avviso più interessante è murato all’esterno della chiesa, sul lato prospiciente via del Molo; trattasi di un bellissimo bassorilievo  raffiugarante il leone di San Marco, portato a Genova da Gaspare Spinola dopo la vittoria ottenuta a Pola sui veneziani nel 1380, nell’ambito della più ampia “Guerra di Chioggia“. 

Il Leone di San Marco - Portato a Genova nel 1380
Il Leone di San Marco – Portato a Genova nel 1380

Esso rappresenta ai miei occhi una testimonianza estremamente vivida dei tempi delle lotte tra le repubbliche marinare, scontri segnati da dure battaglie per il controllo dei traffici nel Mediterraneo. Nell’ambito della guerra tra Genova e Venezia quest’ultima ebbe la meglio…ma il leone di San Marco che possiamo vedere è testimone di una vittoria genovese, è un “trofeo di guerra” dal valore storico davvero inestimabile!

“Weekly Photo Challenge: Culture”

Postato il Aggiornato il

Sri Lanka - Tooth relic temple in Kandy
Sri Lanka – Tooth relic temple in Kandy

“Weekly Photo Challenge: Up”

Postato il Aggiornato il

Genoa - Medieval cathedral of Saint Lawrence - Italy
Genoa – Medieval cathedral of Saint Lawrence – Italy

Pink Floyd – Wish you were here – un inno all’amicizia

Postato il Aggiornato il

Tra tutti i capolavori della mitica band inglese, oggi scelgo di condividere il brano che dà il titolo ad uno dei migliori album della storia della musica, “Wish you were here”. Difficile riuscire ad elencare la miriade di emozioni, sempre differenti, che suscita l’ascolto della canzone…tristezza, malinconia, felicità….è un inno all’amicizia, all’amore per il prossimo. Una presa di coscienza della caducità della vita, la consapevolezza che i problemi esistenziali sono, da sempre e per sempre, gli stessi per tutti…scrive Roger Waters:

We’re just two lost souls swimming in a fish bowl, 
year after year, 
running over the same old ground. What have we found? 
The same old fears, 
wish you were here. 

Poche righe, poche parole, un significato infinito….

Seneca, l’arte di vivere felici

Postato il Aggiornato il

220px-Seneca Il De vita beata di Seneca è un’opera che consiglio a tutti poiché densa di utili spunti per la vita quotidiana di ogni uomo. L’opera illustra chiaramente i principi della morale stoica e, soprattutto, la personale reinterpretazione del filosofo di Cordova dei capisaldi di tale scuola filosofica.

Il fine della vita è posto, semplicemente, nel raggiungimento della felicità…“tutti aspiriamo alla felicità, ma, quanto a conoscerne la via, brancoliamo come nelle tenebre”. Non è facile comprendere quale sia la strada da intraprendere per arrivare alla felicità, ma per poterla percorrere bisogna, innanzitutto, “avere ben chiaro quel che vogliamo”. La meditazione personale, quindi, è la prima tappa da prendere in considerazione  per poter giungere alla felicità; Seneca esclude a priori la possibilità di raggiungere la felicità seguendo l’opinione dei più, l’opinione della massa: “sono gli esempi degli altri che ci guastano: solo se sapremo tenerci lontani dalla moltitudine potremo salvarci”. 

Ma non dobbiamo pensare che il modello di vita stoico debba essere votato all’ascetismo bensì alla quieta accettazione della vita che si prospetta nel corso della nostra esistenza terrena. Accettazione vuol dire prepararsi alle possibilità che ci attendono nel futuro in modo da essere pronti a qualsiasi evento, positivo o negativo che sia.  Non vuol dire privarsi di un certo benessere ma nel saper dominare il mondo degli oggetti senza esserne dominati; alle critiche che la società poneva nei confronti dello sfarzoso stile di vita del filosofo, Seneca risponde che “il sapiente […] tiene le ricchezze presso di sé come sue schiave, lo stolto, invece, come sue padrone”.

Insomma, una miniera di perle di saggezza, di ideali da perseguire, non necessariamente raggiungibili ma da porre come fari nelle tenebre, mete da tenere salde; a proposito, Seneca ricorda che “il coltivare salutari inclinazioni è di per sé lodevole, indipendentemente dai risultati che si possono conseguire”. 

Anche con la lettura di questa splendida opera, come spesso accade leggendo le opere dei maestri del passato, si può sperimentare, con grande profondità, un confronto con un uomo “antico” su temi molto “contemporanei”. Che cosa è la filosofia, infatti,  se non uno straordinario dialogo senza tempo con la mente dell’uomo?

 

Album di Gian1979

Postato il Aggiornato il

Istanbul - Fiori al Topkapi SarayiIstanbul - Entrata al Topkapi SarayiIstanbul - San Salvatore in Chora - MosaicoGenova - Panoramica dal santuario di San Francesco da PaolaSanta Sofia - MosaicoRimorchiatore nel mar di Marmara
Maestosa San Lorenzo#me #istanbul #bosphorus #sea #turkey #asia #europe #boat#chiavari #liguria #genova #genoa #italia #istaitalia#istanbul #bazaar #turkey #asia #europe#istanbul #mosque #camii #column #europe #asia#istanbul #tram #tramway #mosque #camii #column #europe #asia
#istanbul torre di #galata#istanbul #moscheablu #turkey #islam#chiavari #villarocca #instaitalia #tree #nature #liguria #genova #genoa #genua#scipione #scipio  #tomb #tarraco #tarragona #barcelona #barca #cataluna #romans #archeology#monestir #cloister #capitello #cataluna #romanesque #romanic #barcelona #barca #tower #middleage #moyeanage#daitarn #daitarn3 #robot #japan #jappo #nippon #manga #toy #toys
#parco #park #parque #barcellona #barca #barcelona #espana #cataluna#barca #barcellona #barcellona #sacrocuore #tibidabo #cataluna#srilanka #monkey #stupa temple #asia#colombo #colon #columbus #espana #cataluna #barca #barcellona #monument#medioevo #moyeanage #middleage #miniature #libri #religion #barcellona #barca #museum#barca #barcelona #cataluna #spain #barcellona #chair #urban

Per chi ha voglia di dare un’occhiata alle mie foto su Flickr! 😉

Skyrim – Far Horizons

Postato il Aggiornato il

Credo che ultimamente certe colonne sonore create per i videogiochi debbano essere considerate alla stregua delle migliori musiche create per il mondo del cinema. Chi è pratico di videogames lo avrà già potuto constatare; per chi invece non ha la fortuna di conoscere perle della recente produzione videoludica scrivo questo post, per farvi provare l’evocativa musica creata da Jeremy Soule. Anche slegata dal contesto del gioco, la musica riesce a creare un’atmosfera di pura riflessione, contornata da una profonda e dolce dose di malinconia…..