Archivi tag: nazismo

Il potere delle citazioni

fumettoUltimamente i social network sono diventati il regno incontrastato delle citazioni! Basta aprire l’home page di Facebook per vedere che qualche contatto ha pubblicato un post con una frase di qualche personaggio famoso la cui veridicità è spesso assolutamente dubbia! Credo che molti ragazzini con poche conoscenze storiche possano davvero essere fuorviati ed attribuire falsi pensieri a personaggi storici.

Questo è un problema molto serio, le citazioni sono utili, spesso affascinanti ma se vengono tolte dal loro contesto specifico e associate alle persone sbagliate costituiscono un terribile errore storico. Sono rimasto letteralmente senza parole quando ho saputo che in Germania molti studenti hanno definito Hitler un protettore dei diritti umani, come si può leggere in questo articolo! Internet sta diventando sempre di più il terreno del “qualunquismo”, dell’anarchia. Il falso sapere rischia di diventare sapere vero perché fuori da ogni controllo e a disposizione di menti ancora molto acerbe, menti che non sanno discernere il vero dal falso.

Riconosco il fascino delle citazioni, esse rendono il pensiero dell’autore ancora più universale. Ma non bisogna mai dimenticare di verificare l’origine dei vari aforismi che ci legano agli uomini del passato  e del presente. A proposito, concludo con una citazione recentemente “scoperta”: “Che cos’è la storia? Un’eco del passato nell’avvenire. Un riflesso dell’avvenire sul passato  (Victor Hugo, L’uomo che ride, Garzanti 2011, p. 505).

1 commento

Archiviato in Citazioni - Letteratura, Filosofia, Psicologia, Società, Storia

Ricordiamo…

auschwitzOggi, 27 gennaio, si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, effettuata nel 1945 dalle truppe sovietiche verso la fine della Seconda guerra mondiale. Ricordare questo evento vuol dire riflettere sul senso della storia e sugli eventi più orrendi che hanno caratterizzato, e continuano a caratterizzare, il passaggio dell’uomo sulla terra. Senza togliere nessuna specificità ai massacri perpetuati dai nazisti, buchi neri infiniti nella coscienza dell’uomo, cogliamo l’occasione per ricordare che la storia è caratterizzata da innumerevoli ingiusti eccidi e che solo la conoscenza di tali eventi può metterci in guardia nei confronti del domani. Sapendo già in partenza di dimenticare importantissimi eventi di tal genere, propongo comunque un breve elenco di eventi dei quali dovremmo serbare memoria: mi vengono in mente il massacro di 4500 Sassoni perpetuato da Carlo Magno per cristianizzare le popolazioni germaniche; gli eccidi portati avanti dai conquistadores in America ai danni delle popolazioni autoctone; la morte di Giordano Bruno sul rogo in Campo dei Fiori a Roma e di tutti quegli eretici bruciati per aver sostenuto le loro idee; il massacro, da parte dell’Impero Ottomano, di 1500000 armeni, negli anni della Grande Guerra; i morti nei gulag sovietici; gli eccidi nei Balcani negli anni Novanta…..

Ricordiamo Auschwitz e nel ricordarlo non citiamo solo gli ebrei ma anche gli zingari, gli omossessuali, i dissidenti politici, i diversamente abili, e tutte quelle minoranze finite negli orrendi forni crematori. Ricordiamo, per far si che la storia non debba necessariamente ripetersi in questi malvagi e assurdi massacri.

Ricordiamo il passato per sperare nel futuro, attraverso l’attenzione sul presente.

Lascia un commento

Archiviato in Storia